Symbaroum Le Fronde

Diario di Sintharia-Tragedia (con scene inedite)

Io, Rak e Tulio siamo saliti sulla terrazza della locanda. Mentre salivamo, due uomini con armi e armatura ci hanno superati e sono entrati nella dependance alla nostra sinistra. Dopo aver fatto due chiacchiere con delle signore in terrazza abbiamo scoperto che la dependance in cui avevamo visto entrare le guardie era stata affittata dal nostro uomo, un certo Ojan Barami. Tuttavia, poco dopo, mentre parlavamo tra noi, siamo stati importunati da un cameriere della locanda che ci invitava ad andare via, se non fossimo stati clienti della locanda.

Una volta rimasti soli, con l'aiuto di un dolce scoiattolo abbiamo scoperto che lì dentro c'erano solo tre persone, di cui due in armatura, e non vi era traccia della tavoletta. Così, io e Rak abbiamo deciso che l'unica cosa da fare era rubare i vestiti del cameriere per far infiltrare Tulio lì dentro. Perciò siamo entrati nell'edificio principale, lasciando Tulio e Kalaran nei pressi dell'alloggio di Barami, e abbiamo seguito quello stesso cameriere che portava con sè delle lenzuola fino ad una stanza isolata. Lì abbiamo deciso di minacciarlo per prendergli i vestiti, e dopo una breve lotta lo abbiamo steso e abbiamo passato i vestiti a Tulio attraverso una piccola finestra.

// Tulio prende i vestiti, si toglie armi ed armatura ad eccezione di un pugnale, li passa ai suoi compagni attraverso la finestra e indossa i vestiti da cameriere. Una volta pronto, bussa alla porta che viene aperta da una guardia ed entra fingendosi il capo dei camerieri entrato per controllare come sta l'ospite. Una volta dentro l'edificio, si ferma a controllare nelle diverse camere se trova qualcosa che possa interessargli, ma non trova nulla, così, dopo aver sbirciato attraverso la toppa della porta, bussa nella camera principale. Gli apre un uomo, che lui capisce essere il politico che cercavamo, che si lamenta del servizio del locale e lo rimanda subito via, senza che lui possa scoprire alcunchè. //

Dopo aver preso i vestiti di Tulio, Rak ed io abbiamo legato il cameriere, lo abbiamo nascosto sotto il letto e ci siamo avviati verso il salone principale. Lì un uomo ha provocato Rak e nonostante io abbia cercato di tenerlo fermo è riuscito a liberarsi ed a colpire l'uomo. Tutti i presenti si sono girati verso di lui guardandolo storto, così abbiamo cominciato a correre via di lì e una volta usciti abbiamo incontrato Tulio, lì ci ha detto che doveva soddisfare i desideri del politico per poter rientrare nella camera a scoprire qualcosa e così, mentre Rak scappava, ho deciso di nascondermi alla finestra della camera del politico per poterlo coprire una volta tornato.

// Tulio, dopo aver parlato con i suoi compagni, va verso l'edificio principale per procurarsi del ringhiale ed un bagno caldo per il politico. Una volta entrato, tuttavia, viene notato dal barista che non lo riconosce, e alla sua affermazione di essere un cameriere appena assunto, gli dice di aspettare lì. Tulio, nessuno sa perchè, decide allora di aspettare fermo dove si trova. Poco dopo il barista ritorna accompagnato da un uomo più anziano, indica Tulio, fa una domanda all'uomo che scuote la testa. Appena dopo il barista, dopo aver infilato una mano sotto il bancone, chiede a Tulio di avvicinarsi, lui, nessuno sa perchè, lo fa. Appena Tulio si avvicina abbastanza il barista lo pugnala nel costato. Allora, e soltanto allora, Tulio comincia a scappare, ma l'oste, più veloce di lui, lo pugnala nella schiena e lo lascia moribondo sulla terrazza. Lì Tulio, si trascina verso la il lato della terrazza cercando aiuto. //

Dopo poco da quando mi sono nascosta, guardandomi intorno, scorgo Tulio sdraiato per terra, sanguinante e in cerca di aiuto, mi precipito verso di lui, ma tutto ciò che riesco a fare prima che cada dalla ringhiera è ascoltare le sue ultime parole. Stravolta, mi precipito giù dalle scale e mi faccio largo tra un gruppo di persone che si era creato attorno al cadavere. Dopo aver pianto disperata per un po', mi calmo e decido di portare Tulio con me per dargli una degna sepoltura. Così me lo carico in spalla e me ne vado verso un vicoletto, lasciando lì il corpo per poterlo ritrovare poi il giorno dopo e me ne vado verso casa di Sylv.

Mentre cammino, tuttavia, noto che due persone mi seguono e perciò cerco di seminarle, ma non riesco e continuo ad ignorarle finchè non riesco ad entrare in casa di Sylv, chiudermi dentro e bloccare la porta con un mobile. Appena dopo, sento bussare tre volte, ma decido di ignorarlo, e dopo un po' di tempo in più ho sentito le voci di Sylv e Rak e così ho aperto loro la porta e ho raccontato tutto ciò che ho visto. Prima di entrare, tuttavia, Sylv ha trovato un sasso con una pergamena sotto la neve, che stabiliva un appuntamento per il giorno dopo in un luogo malfamato.

La mattina dopo, io e Rak abbiamo deciso di uscire a cercare il corpo di Tulio, mentre Sylv è rimasto a dormire in casa, ma il corpo non era più dove lo avevamo lasciato ed abbiamo deciso, nell'attesa di recarci all'appuntamento, di fermarci alla birreria nera per prendere una birra insieme. Subito dopo, siamo tornati verso casa a prendere Sylv per andare tutti insieme dove ci era stato detto.

Comments

zixel94 pippofeliz

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.